Archivio mensile:maggio 2015

MILANO MIA. La città come non è mai stata raccontata. Polaris Editore

Giovedì 28 maggio 2015

dalle ore 18.30 alle 21.30

Villa Necchi Campiglio, Via Mozart 12_ Milano

Presentazione del volume

“Milano Mia – La città come non è mai stata raccontata”

(Casa Editrice Polaris)

di Elda Cerchiari Necchi

a cura di Chiara Rosati

Cover 3d(1)

con l’amichevole partecipazione dei protagonisti del volume:

Maurizio Nichetti ❘ Andrea Chimento ❘ Marco Bona Castellotti ❘ Marta Boneschi ❘ Mariateresa Chirico ❘Vittorio Agnoletto ❘ Stefano Zuffi ❘ Massimiliano Sossella ❘ Emanuela Daffra ❘ Paolo Biscottini ❘ Giulia Benati ❘ Antonello Negri ❘ Luca Carra ❘ Mario Maffi ❘ Chiara Rosati ❘ Adriano Altamira ❘ Fulvio Irace ❘ Anty Pansera ❘ Valeria Montaldi ❘ Massimo Navone ❘Cristina Mattea ❘ Emilio Sala ❘ Federico Pistone ❘ Lydia Cevidalli ❘ Gianfranco Manfredi ❘ Paolo Volorio ❘ Marco Carminati ❘ Pia Quarzo Cerina ❘Paola Bonini ❘ Roberto Monelli ❘ Roberta Valtorta ❘ Paola Mattioli ❘ Alberto Munari ❘Aldo Bassetti ❘ Luisa Toeschi ❘ Giulia Maria Mozzoni Crespi ❘ Roberta Cucca ❘ Elena Lolli ❘ Manuel Ferreira

Una location prestigiosa, Villa Necchi Campiglio, per presentare (e festeggiare) un libro prezioso, “Milano mia”, dedicato a una città “come non è mai stata raccontata”. Un progetto voluto e realizzato da Elda Cerchiari Necchi, curato da Chiara Rosati e pubblicato dalla Casa Editrice Polaris.

Quaranta protagonisti della vita sociale e culturale svelano la versione più intima e inedita di Milano: dal cinema al teatro, dall’arte all’architettura, dalla musica al fumetto, dal design alla moda, dalla letteratura alla fotografia fino all’impegno sociale.

Milano come set cinematografico raccontato dal regista Maurizio Nichetti, Milano da scoprire (e riscoprire) con il direttore delle Raccolte della Veneranda Fabbrica del Duomo Giulia Benati, l’artista Gianfranco Manfredi e lo studioso di culture urbane Mario Maffi, delle giornaliste-scrittrici Marta Boneschi e Valeria Montaldi e altri professionisti innamorati della loro città che danno vita a racconti, fantasie e passeggiate speciali in una metropoli che è molto più di Expo.

L’autrice Elda Cerchiari Necchi ha assunto il ruolo di “committente” richiedendo questi esclusivi contributi ad amici con i quali ha condiviso momenti importanti di vita e di lavoro. Lei stessa, insieme alla curatrice Chiara Rosati, ha riordinato tutto il materiale in sequenze significative incorniciate con personali commenti e ricordi milanesi.

“Milano Mia” è un romanzo avvincente sul filo della memoria e delle emozioni, ma è anche una guida pratica che suggerisce ai visitatori un altro modo per scoprire e apprezzare la città, seguendo itinerari sorprendenti. Anche per i milanesi.

Elda Cerchiari Necchi, nata a Genova nel 1924, si è trasferita a Milano agli inizi degli anni Trenta. Laureatasi in storia dell’arte alla Statale, ha insegnato questa disciplina in varie città lombarde e, infine, per vent’anni al Liceo classico Berchet di Milano. Basilari i due manuali di storia dell’arte realizzati l’uno con Liana Castelfranchi, l’altro con Pierluigi De Vecchi. I molteplici rapporti di Elda con i mondi dell’editoria e delle attività artistiche le hanno consentito una conoscenza sempre più articolata e diretta degli ambienti culturali milanesi. Era quindi forse inevitabile l’ideazione di questo volume, nel quale i suoi ricordi personali si intrecciano con gli scritti elaborati da un variegato gruppo di amici ed ex allievi: questo progetto si è avverato grazie al sostegno, alla sensibilità e alle intelligenti idee di Chiara Rosati.

Chiara Rosati progetta e organizza eventi culturali, cura mostre, è incuriosita dai colori che ci sono nel bianco e nero, vorrebbe vivere viaggiando, il suo elemento naturale è l’acqua e ama da sempre Italo Calvino: “Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”.